lunedì 25 maggio 2015

Il terminale


Con la parola terminale, si indica quello che gli inglesi chiamano shell, cioè l'interazione diretta con il computer inviandogli direttamente dei comandi; per questo motivo molti la chiamo anche riga di comando.
Livecode ci permette di inviare dei comandi direttamente al computer con la funzione shell(). Ad esempio:

put shell("ls -l *.txt") into listaFileDiTesto

Sui sistemi Linux/Mac la shell è /bin/sh, mentre su windows è command.com, se vogliamo cambiare questa shell con un'altro inteprete basta impostare la proprietà shellcommand, esempio:

set the shellCommand to "/bin/sh/ksh"

Un altra cosa che possimo fare è interagire con le varibili di sistema utilizzando il carattere del dollaro ($). Ad esempio possiamo cambiare la variabile di sistema PATH:

put "/usr/local/bin" into $PATH

Oppure possiamo recuperare il valore delle varibili di sistema, su Windows il seguente codice:

put $temp

fornisce la seguente stringa: C:\DOCUME~1\max\IMPOST~1\Temp
ed è giusto perchè è il contenuto corretto della variabile per i file temporanei di Windows.
Su Linux/Mac vi ricordo che esistono le seguenti variabili di sistema:
  • $# tutto l'ultimo comando  (ls -l *.txt)
  • $0 il comando (ls)
  • $1 la prima opzione del comando (-l)
  • $2 la seconda opzione del comando (*.txt)
  • e così via...